LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE
sardegnasuap  ›  il suap  ›  chi partecipa

Chi partecipa

 
info
Lo Sportello Unico per le attività produttive è gestito dai comuni ai quali sono attribuite le funzioni amministrative concernenti la realizzazione, l'ampliamento, la cessazione, la riattivazione, la localizzazione e la rilocalizzazione di impianti produttivi ed il rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie.

Ogni comune esercita queste funzioni, singolarmente o in forma associata, anche con altri enti locali, assicurando che un'unica struttura sia responsabile dell'intero procedimento.

Per l'attuazione del procedimento unico sono coinvolti preliminarmente tutte le diverse Amministrazioni ed Uffici regionali e Provinciali competenti che rientrano nel procedimento stesso ed operano un'approfondita analisi dei diversi iter procedurali. Al fine di definire e concordare criteri procedimentali e organizzativi uniformi su tutto il territorio regionale è stato istituito il coordinamento regionale fra le strutture statali, regionali, provinciali e comunali competenti.

Coordinamento Regionale per lo Sportello Unico
Il Coordinamento Regionale per lo Sportello Unico per le imprese, istituito con Delibera della Giunta Regionale n. 38/23 del 24/10/2003, ha come obiettivo primario quello di rappresentare un punto di incontro fra gli operatori interessati dai procedimenti legati allo Sportello Unico.

La rete tra le amministrazioni è costituita da tutte le Amministrazioni Pubbliche coinvolte nel procedimento autorizzativo rilasciato dallo Sportello Unico: Uffici regionali, Aziende Sanitarie Locali, Vigili del Fuoco, Soprintendenza B.A.A.S. , Soprintendenza archeologica, l'Anci regionale, le Associazioni di categoria.

Il Tavolo di Coordinamento adotta gli atti di indirizzo per le strutture degli enti pubblici coinvolti e per gli operatori dello Sportello in merito all’aggiornamento della modulistica, della normativa e dei procedimenti rilevanti per le attività produttive.

Con la finalità di favorire lo scambio di esperienze, di conoscenze e di competenze nonché la risoluzione di problematiche nascenti nello svolgimento delle attività dello Sportello Unico, sono periodicamente organizzati degli incontri con le province, gli amministratori locali interessati e gli operatori coinvolti nelle tematiche in materia di Sportelli Unici.